Tag

, , , ,

al Piccolo Teatro Strehler 

da mercoledì 22 Aprile a domenica 26 Aprile

CENDRILLON DE Joël Pommerat

Cendrillon (Cenerentola)
testo e regia Joël Pommerat
scene e luci Eric Soyer
assistente alle luci Gwendal Malard
costumi Isabelle Deffin
suono François Leymarie
video Renaud Rubiano
musica originale Antonin Leymarie
con Alfredo Cañavate, Noémie Carcaud, Caroline Donnelly, Catherine Mestoussis, Deborah Rouach, Marcella Carrara
e con Nicolas Nore, Julien Desmet
produzione Théâtre National / Bruxelles
in coproduzione con La Monnaie/ De Munt
in collaborazione con Compagnie Louis Brouillard e l’Institut français Milano

Spettacolo in lingua francese sovratitolato in italiano

Salvo diversa indicazione, gli orari degli spettacoli al Piccolo sono: martedì, giovedì e sabato, 19.30; mercoledì e venerdì 20.30; domenica 16

CENDRILLON de Joël Pommerat 2C’era una volta un autore/regista che non raccontava fiabe né ai bambini né agli adulti scrive “Le Monde” parlando di Cendrillon, versione (ri)scritta e diretta da Joël Pommerat della fiaba di cui siamo debitori a Perrault e ai Grimm. Il regista illumina, non solo metaforicamente, visto il ruolo preponderante della luce nello spettacolo, i lati oscuri di una storia che credevamo di conoscere a memoria. Racconta quanto profondo sia il legame tra dolore e senso di colpa, quanto fragile e suggestionabile la mente dei bambini e quanta sofferenza occorra per conquistare la maturità, la felicità e l’amore.

Joel Pommerat , classe 1963, dice di se stesso io non scrivo testi, scrivo spettacoli… il teatro si vede e si ascolta e io lavoro con tutto, con la voce, il gesto, il suono, le immagini. Petit soleil lo definisce Ariane Mnouchkine riconoscendo in lui una felice germinazione della filosofia e dell’arte del Théâtre du Soleil. Nel 1990 fonda la sua compagnia, nel 2006 è invitato al Festival d’Avignon, dove allestisce quattro spettacoli, quindi per tre anni è artista residente al Théâtre des Bouffes du Nord, chiamatovi da Peter Brook. Attualmente è artista associato dell’Odéon Théâtre de l’Europe di Parigi e del Théâtre National di Bruxelles; nel 2015 aprirà il Festival d’Avignon.

Perché vederlo?
Per lasciarsi emozionare da una fiaba che ha il gusto originale della contemporaneità. Per assistere allo spettacolo di “un autore/regista – come lo ha definito Le Monde – che non raccontava fiabe né ai bambini né agli adulti” e che lavora con la voce, il gesto, il suono, le immagini per un teatro che si vede e si ascolta.

Durata: un’ora e 40 minuti senza intervallo 

http://www.piccoloteatro.org/events/2014-2015/cendrillon


[youtube  https://youtu.be/ooO7BCy7gg0]

 

[youtube https://youtu.be/xQagXr3J-to]